Jim ArmentroutJim Armentrout illustra la strategia di Keysight nel settore della strumentazione modulare e i suoi piani di crescita.

Nel suo ruolo di responsabile globale delle attività commerciali e marketing, Armentrout vede grandi potenzialità di sviluppo, sia tramite un ampliamento delle gamma di prodotti hardware, sia attraverso una sempre più ricca offerta di servizi e soluzioni dedicate ad applicazioni specifiche.

Come vede l’evoluzione della strumentazione modulare?

Strumentazione modulare KeysightLa domanda di strumenti in formato modulare è in forte sviluppo in diversi ambiti applicativi, tant’è vero che complessivamente il tasso di crescita della strumentazione modulare è superiore a quello del mercato della strumentazione elettronica in generale.
Anche le attività di Keysight sono in forte crescita nell'ambito della strumentazione modulare, siamo l’azienda numero 2 sul mercato e stiamo costantemente guadagnando quote di mercato grazie alla nostra competenza specialistica nei comparti più dinamici della scienza delle misure.

Quali sono i settori applicativi trainanti della strumentazione modulare?

Fortunatamente proprio quelli in cui Keysight ha le maggiori competenze, e questo in parte spiega la nostra rapida crescita in questo settore.
Le comunicazioni wireless, ad esempio, vedono una sempre più rapida proliferazione di standard e un’intensa attività di ricerca e sviluppo di nuove soluzioni, di cui le reti 5G sono un esempio lampante, ma non certo l’unico.
Analogamente nel settore aerospazio e difesa, dove convivono le necessità di sperimentare nuove soluzioni per far fronte a nuove minacce, con i requisiti di garantire lunga vita a programma di lunghissimo periodo per i quali occorre introdurre aggiornamenti tecnologici.
E non possiamo dimenticare il settore delle connessioni digitali ad alta velocità, che costituiscono uno degli elementi portanti di praticamente tutti i sistemi elettronici più avanzati.

Su cosa si concentrano le attività di Keysight nel settore delle strumentazione modulare?

Strumento modulare PXIeLe nostre iniziative strategiche seguono tre direttrici principali: sviluppo di hardware ad alte prestazioni che incorpora la nostra competenza nelle misure più difficili, offerta completa di servizi e creazione di soluzioni complete dedicate ad applicazioni specifiche.
Ad esempio, nel campo dell’hardware non ci interessa molto offrire soluzioni ‘general purpose’ di base adatte ad ogni soluzione, per le quali esiste già un’ampia disponibilità di mercato. Puntiamo invece ad offrire prodotti modulari ad alto valore aggiunto, che consentono di effettuare misure altrimenti impossibili o molto complesse ad un costo complessivo molto più conveniente.
Fortunatamente per noi la domanda oggi maggiore di strumentazione modulare arriva proprio dai settore in cui storicamente abbiamo la maggiore competenza tecnologica, come le misure a radiofrequenza e a onde millimetriche.
Già in passato riuscivamo a tradurre in formato modulare alcuni dei nostri prodotti di successo precedentemente disponibili sotto forma di strumento da banco. Attualmente, sempre più spesso oggi può accadere il contrario. Dopo aver sviluppato una tecnologia di base unica e innovativa per affrontare nuove sfide di misura, sotto forma di componenti elettronici ASIC e algoritmi di misura, non è raro che introduciamo il primo prodotto commerciale in formato modulare, per creare soluzioni che permettono di risolvere una nuova classe di problemi.

Che ruolo svolgono i servizi nella vostra offerta?

Hanno un ruolo fondamentale. Una importantissima recente novità è la nostra capacità di offrire servizi di assistenza e taratura multimarca per la strumentazione modulare PXI.
Per primi sul mercato rispondiamo a un’esigenza concreta dei clienti, in particolare del settore wireless, aerospazio e difesa, che spesso utilizzano sistemi di collaudo modulari dove sono presenti schede di fornitori diversi.
Anziché dover rivolgersi a diverse strutture per la taratura, con le inevitabili inefficienze e difficoltà per definire la responsabilità, Keysight può agire da referente unico per le tarature e certificazioni del sistema completo, in modo molto più rapido ed efficiente. Già oggi siamo in grado di tarare più di 100.000 prodotti diversi e la lista si allunga giorno per giorno.

A chi si rivolgono le vostre ‘Reference Solution’?

Soluzione di riferimento completa per il collaudo di analizzatori di potenzaPotenzialmente a tutti i nostri clienti che vogliano velocizzare l’adozione di una soluzione di misura e collaudo modulare dedicata ad una specifica applicazione.
È un’altra attività strategica su cui abbiamo puntato per favorire lo sviluppo delle soluzioni di misura più impegnative dal punto di vista tecnologico. Siamo partiti lo scorso anno proponendo 5 soluzioni complete dedicata a 5 casi applicativi specifichi e ora siamo già a 20.
Si tratta sostanzialmente di banchi di collaudo flessibili, tipicamente create con un mix ottimizzato di strumenti di misura modulare e da banco, che sono già stati integrati con una serie di accessori e apparecchiature complementari dedicati ad una specifica applicazione (come test di amplificatori di potenza, radar per auto, ricerca su reti 5 G, etc) e con il relativo software di riferimento.
Per il cliente la disponibilità di una soluzione completa già integrata permette di accorciare notevolmente i tempi di personalizzazione e della messa in servizio operativa.

C’è spazio sul mercato per due formati modulari: PXI e AXIe?

Soluzione modulare AXIe per collaudo DDR4Ne siamo fortemente convinti ed è per questo che offriamo prodotti per entrambe le piattaforme.
Il formato modulare AXIe permette di affrontare in modo più conveniente ed efficace numerose applicazioni di misura sofisticate rispetto al formato PXI, ed è per questo motivo che numerose aziende offrono prodotti anche per questo standard.
Nel nostro caso, ad esempio, abbiamo alcune soluzioni uniche ed innovative in particolar modo dedicate al settore delle interconnessioni digitali ad alta velocità.

Pensate di introdurre una piattaforma software specifica per la strumentazione modulare?

Direi di no. Al contrario, ci vantiamo di poter garantire la massima compatibilità dei nostri prodotti hardware con tutti i diversi ambienti e linguaggi di programmazione.
Ci sono applicazioni e utenti che prediligono LabVIEW, altri che amano sviluppare in Python, altri ancora che utilizzano piattaforme di integrazione di software di vario tipo. I nostri strumenti modulari vengono forniti con driver ottimizzati per dare il meglio di sé con qualsiasi ambiente software.
La ‘vera’ capacità di misura offerta negli strumenti è racchiusa all’interno del firmware e dell’hardware presente nelle nostre schede, che viene fruito al meglio da qualunque piattaforma software.
È un risultato di cui andiamo fieri e che va parte della nostra strategia di poter garantire lo stesso livello di confidenza delle misure su tutta la nostra gamma di strumenti, da quelli da banco a quelli modulari fino a quelli portatili, in quanto sono basati sugli stessi principi di ‘scienza delle misure’. 

Categoria: Interviste

Newsletter Settimanali

iscriviti-gratis

Seguici su:

Segui Strumentazione su Google Plus Segui Strumentazione su FacebookSegui Strumentazione su TwitterSegui Strumentazione su LinkedInicona-posta_48Ricevi il feed dei Nuovi Prodotti

L'esperto risponde

Hai un dubbio su come effettuare una misura o su come utilizzare un strumento?
Chiedi a un esperto del settore!
Risponderà alla tua domanda che sarà pubblicata nella sezione FAQ.

Rimani aggiornato

email Iscriviti alle nostre newsletter per rimanere aggiornato sulle novità



Strumentazione Elettronica su Facebook