resultsUrl="https://www.strumentazioneelettronica.it/risultati-ricerca/"

Recentemente sono state approvate le norme tecniche relative ai cablaggi strutturati con cavi in rame definiti dai categoria 6A (Category 6 Augmented), particolarmente indicati per supportare i collegamenti Ethernet a 10 Gbps su tratte fino a 100 m.

Di conseguenza, sono state anche aggiornate le specifiche tecniche sulle misure da eseguire per certificare i cablaggi di tipo 6A. In pratica, i parametri di prova sono gli stessi già usati nella certificazione dei cablaggi in categoria 5e e categoria 6, ma alcuni di essi sono stati rinominati.

Nella tabella sottostante abbiamo riportato i nomi vecchi e nuovi dei parametri di misura insieme alle loro abbreviazioni.

Nomeclatura parametri di prova sui cavi categoria 6A

Parametro di test – ‘Vecchio’ nome

Parametro di test – ‘Nuovo’ nome

Insertion Loss (IL)

Insertion Loss (IL)

Near End Crosstalk (NEXT)

Near End Crosstalk (NEXT)

Power Sum Near End Crosstalk (PSNEXT)

Power Sum Near End Crosstalk (PSNEXT)

Attenuation to Crosstalk Ratio (ACR)

Attenuation to Crosstalk Ratio – Near End (ACR-N)

Power Sum Attenuation to Crosstalk Ratio (PSACR)

Power Sum Attenuation to Crosstalk Ratio – Near End (PSACR-N)

Far End Crosstalk (FEXT)

Far End Crosstalk (FEXT)

Equal Level Far End Crosstalk (ELFEXT)

Attenuation to Crosstalk Ratio – Far end (ACR-F)

Power Sum Equal Level Far End Crosstalk (PSELFEXT)

Power Sum Attenuation to Crosstalk Ratio – Far End (PSACR-F)

Return Loss (RL)

Return Loss (RL)

Wire Map

Wire Map

Propagation Delay

Propagation Delay

Delay Skew

Delay Skew

Length

Length

Un tester adatto alla certificazione dei cablaggi in categoria 6A deve poter misurare i parametri riportati nella tabella su una gamma di frequenze compresa tra 1 MHz e 500 MHz, e non solo fino a 250 MHz come richiesto per i cavi in categoria 6.diafonia aliena

Oltre al controllo dei parametri dei cavi, le applicazioni di trasmissione dati ad alta velocità come Ethernet 10GBase-T a 10 Gbps richiedono di controllare anche l'accoppiamento tra cavi adiacenti e all'interno del pannello di permutazione (patch panel).

Sono stati quindi previsti due nuovi tipi di prova per caratterizzare la cosiddetta diafonia aliena (Alien Crosstalk), un fenomeno di disturbo molto complesso da caratterizzare, in quanto legato alla diafonia osservata su una coppia che viene disturbata da coppie facenti parte di altri cavi posti nelle vicinanze del caso in esame.

Le norme per una corretta certificazione dei cablaggi in categoria 6A prevedono di eseguire il controllo dei parametri dei cavi su tutte le coppie installate più un test a campione sulla diafonia aliena per un sottoinsieme significativo dei collegamenti.

Le misure sulla diafonia aliena (alien crosstalk)

Per certificare un cablaggio adatto alla trasmissione dei segnali Ethernet a 10 Gbps è necessario effettuare misure sull’accoppiamento indesiderato indotto tra coppie appartenenti a collegamenti adiacenti.

Il fenomeno di accoppiamento tra coppie appartenenti a cavi multicoppia adiacenti, è noto come diafonia aliena e i suoi effetti sono tanto maggiori tanto più alta è la frequenza utilizzata per la trasmissione.

I circuiti elettronici utilizzati nei sistemi di comunicazione ad alte velocità come Ethernet 1000Base-T e 10Gbase-T utilizzano le più avanzate tecniche di elaborazione numerica dei segnali (DSP) per migliorare le prestazione del cablaggio in termini di diafonia e perdita di ritorno.

Però, mentre il trasmettitore conosce il segnale immesso sulle quattro coppie di cavi che costruiscono il proprio collegamento, esso invece non ha alcuna conoscenza del segnale in qual momento viaggiante sulle coppie di cavi che appartengono ad altri collegamenti.

tester diafonia alienaPertanto, mentre le tecniche DSP possono compensare i difetti delle coppie appartenenti allo stesso cavo, nulla possono fare per compensare la diafonia aliena, generata da segnali di altri cavi e dei quali non si conosce lo stato corrente.

Pertanto, la resilienza di un cablaggio agli effetti negativi delle diafonia aliena è totalmente nelle mani del cablaggio stesso. Quindi, solo un cablaggio eseguito a regola d’arte può mitigare gli effetti negativi della diafonia aliena.

Per eseguire le misure sulla diafonia aliena con un tester per cavi si collega lo strumento al cavo “vittima” e si collega la corrispondente unità remota su uno dei cavi potenziali disturbatori.

Naturalmente, le estremità dei cavi vanno terminate correttamente con gli accessori tipicamente forniti con il tester e le due unità vanno connesse tra loro per potersi scambiare le informazioni di sincronizzazione.

Alcuni tester commerciali hanno anche la possibilità di usare il cablaggio stesso come veicolo di scambio delle informazioni di sincronizzazione tra l’unità di misura e la sua corrispondente unità remota.

Certificazione del cablaggio in due fasi

La certificazione di un cablaggio in categoria 6A deve comprendere un test completo delle prestazioni di ogni singolo collegamento al cui deve fare seguito una prova sulla diafonia aliena.

Il test della diafonia aliena su tutti i collegamenti del cablaggio non è praticabile, in quanto rischierebbe troppo tempo per essere completato in modo esaustivo.

Vari esperimenti di laboratorio hanno per fortuna dimostrato che i cavi appartenenti a fasci di cavi diversi non interagiscono in modo particolare tra loro.

Pertanto, l’analisi della diafonia aliena si può limitare ai cavi che appartengono allo stesso fascio o che sono terminati sul patch-panel in posizioni adiacenti al cavo che si sta esaminando.

 

Categoria: Telecom

Newsletter Settimanali

iscriviti-gratis

Seguici su:

Segui Strumentazione su Google Plus Segui Strumentazione su FacebookSegui Strumentazione su TwitterSegui Strumentazione su LinkedInicona-posta_48Ricevi il feed dei Nuovi Prodotti

Fiere e seminari

L'esperto risponde

Hai un dubbio su come effettuare una misura o su come utilizzare un strumento?
Chiedi a un esperto del settore!
Risponderà alla tua domanda che sarà pubblicata nella sezione FAQ.

Rimani aggiornato

email Iscriviti alle nostre newsletter per rimanere aggiornato sulle novità



Strumentazione Elettronica su Facebook