resultsUrl="https://www.strumentazioneelettronica.it/risultati-ricerca/"

AspettavamoLabVIEW un nuovo LabVIEW e ne sono arrivati due: LabVIEW 2017 e LabVIEW NXG.

È un momento storico per il linguaggio di programmazione grafica di National Instruments. A 30 anni dalla sua invenzione, con LabVIEW NXG inizia una nuova era.

Il software LabVIEW NXG 1.0 presentato oggi è il punto di partenza di un nuovo cammino pensato per rendere ancora più semplice e immediato realizzare un sistema di misura e collaudo automatico.

A partire da oggi, LabVIEW 2017 (anch’esso potenziato con nuove funzionalità) e LabVIEW NXG verranno forniti insieme, senza alcun costo aggiuntivo. Sarà l’utilizzatore finale a decidere quale usare, una base alle sue necessità attuali e di evoluzione futura.

Jeff KodoskyCome ha ricordato Jeff Kodosky in persona, cofondatore di National Instruments e considerato il ’papà di LabVIEW’ (e quindi il ‘nonno di LabVIEW NXG’), “trent’anni fa presentammo l’originale versione di LabVIEW, progettata per aiutare i tecnici ad automatizzare i loro sistemi di misura senza essere costretti ad imparare i linguaggi di programmazione tradizionali, che apparivano esoterici. LabVIEW rappresentava la modalità da ‘non programmatore’ di automatizzare un sistema di misura.”

Continua Kodosky: “Per tanti anni ci siamo concentrati nell’aggiungere un sacco di cose a LabVIEW, anziché di perseguire l’obiettivo di aiutare ulteriormente i tecnici ad automatizzare le loro misure nel modo più semplice e più rapido. Abbiamo trovato la quadra con l’introduzione di LabVIEW NXG, che è stato riprogettato sin dalle sue fondamenta per assecondare un flusso di lavoro il più naturale possibile per chi si occupa di misure.
Le applicazioni più comuni potranno essere affrontate usando un approccio basato sula configurazione degli strumenti, mentre quelle più complesse potranno sfruttare tutte le potenzialità offerta del linguaggio di programmazione grafica di LabVIEW: G.”

La svolta c’è stata e la prima release di LabVIEW NXG 1.0 è pronta per essere utilizzata nella applicazioni di misura e raccolta dati più semplici.

L’intento di National Instruments è chiaramente quello di introdurre nel tempo tutte le funzionalità necessarie per affrontare le applicazioni più complesse che sono già presenti in LabVIEW 2017.

Insomma, LabVIEW cambierà volto, ma non la sua natura di linguaggio di programmazione grafica che ha fatto la sua fortuna, e che a trent’anni di distanza ancora non ha equivalenti.

Categoria: Opinioni

Newsletter Settimanali

iscriviti-gratis

Seguici su:

Segui Strumentazione su Google Plus Segui Strumentazione su FacebookSegui Strumentazione su TwitterSegui Strumentazione su LinkedInicona-posta_48Ricevi il feed dei Nuovi Prodotti

Fiere e seminari

L'esperto risponde

Hai un dubbio su come effettuare una misura o su come utilizzare un strumento?
Chiedi a un esperto del settore!
Risponderà alla tua domanda che sarà pubblicata nella sezione FAQ.

Rimani aggiornato

email Iscriviti alle nostre newsletter per rimanere aggiornato sulle novità



Strumentazione Elettronica su Facebook